home | chi siamo | guide | newsletter | modulistica e dichiarazioni | software di utilità | area clienti

 

IL NUOVO RAVVEDIMENTO OPEROSO DAL 2015

 

Con l’entrata in vigore della legge di stabilità a decorrere dall’esercizio 2015 sono state introdotte rilevanti novità per quanto riguarda il ravvedimento operoso.

 

Riepiloghiamo le opzioni disponibili dal 1° gennaio 2015 per il ravvedimento operoso:

Termine temporale

Sanzione

Ambito applicativo

Nei primi 14 giorni dalla violazione

1/10 del minimo x 1/15 per giorno di ritardo (0,20% per giorno di ritardo)

Tutti i tributi per violazioni sui versamenti

Dal 15° al 30° giorno dalla violazione

1/10 del minimo (3%)

Tutti i tributi per violazioni sui versamenti

Fino a 90 giorni dalla violazione o dal termine di presentazione della dichiarazione

1/9 del minimo

Tutti i tributi

Dal 91° giorno all`anno dalla violazione o entro il termine di presentazione della dichiarazione relativa all`anno in cui e' stata commessa la violazione

1/8 del minimo

Tutti i tributi

Oltre il termine di cui sopra ma entro 2 anni dalla violazione o entro il termine di presentazione della dichiarazione relativa all`anno successivo a quello in cui e' stata commessa la violazione

1/7 del minimo

Solo per i tributi amministrati dall`Agenzia delle Entrate

Oltre i 2 anni dalla violazione oppure oltre il termine di presentazione della dichiarazione relativa all`anno successivo a quello in cui e' stata commessa la violazione

1/6 del minimo

Solo per i tributi amministrati dall`Agenzia delle Entrate

Facciamo presente inoltre che dal 1° gennaio 2015 in caso di ravvedimento operoso, il tasso legale da applicare è pari allo 0,5%; per ravvedimenti "a cavallo d`anno", andrà adottato un il tasso di interesse sarà pari all`1%, fino al 31 dicembre 2014 e allo 0,5% dal 1° gennaio 2015 e fino al giorno del ravvedimento.